I.P.S.I.A. "G. Benelli" - Pesaro

Progetta il tuo futuro

La Memoria continua….

È proprio vero… è così che la memoria si fa strada, è così che la memoria si fa a scuola…e non solo!!! L’IPSIA “ Benelli” di Pesaro non ha voluto smentire il suo percorso storico, fatto di approfondimenti, ricerche, interviste (ed anche viaggi)

iniziato il 25 gennaio 2016 con un incontro tenutosi presso l’Aula Magna dell’Istituto, con il prof. Moretti, presidente dell’ISCOP di Pesaro-Urbino il quale ha illustrato, ad una platea numerosa, attenta e partecipe, la storia di Slomo Venezia, sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti, e gli orrori dei deportati. L’Istituto ha proseguito il cammino “storico” realizzando un video sulla storia di un Giusto tra le Nazioni, presentato alle autorità locali il giorno 27 gennaio 2016 in occasione della Giornata della Memoria presso il Teatro Sperimentale della città. Gli alunni hanno così illustrato la vita di Teresa Giovannucci, nativa di Fratte Rosa, un paesino della provincia pesarese, alla quale è stata intitolata una strada proprio il 27 gennaio 2016 alla presenza del sindaco Avaltroni e di Miriam Dell’Ariccia, alias Memme Bevilatte la bambina ebrea, oggi splendida signora settantenne, salvata da Teresa. Ma la Memoria con la M maiuscola non finisce qui… non può e non deve... soprattutto per le nuove generazioni che hanno il dovere di sapere quanto è accaduto negli anni passati e quanto ancora c’è da scoprire su pagine della storia che rimangono purtroppo buie. Così, il nostro Istituto, in occasione della Giornata del Ricordo, istituita nel 2004 e che si celebra il 10 febbraio di ogni anno, ha incontrato il prof. Paride Dobloni, docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Scientifico Torelli di Fano, conoscitore di storia contemporanea, il quale ha tenuto una conferenza sul tema. Alla presenza del Dirigente Scolastico, Anna Maria Marinai, di alunni e docenti, il prof. Dobloni ha catturato l’attenzione di tutti con la sua preparazione, eloquenza e simpatia presentando la “storia del confine mobile”, la complessa storia dell’esodo degli istriani, fiumani e dalmati e delle vittime delle foibe. Il suo intento è stato quello di far conoscere e riflettere su quanto avvenuto in Italia alla fine del secondo conflitto mondiale e che per moltissimi anni è stato taciuto e relegato nell’oblio. Al termine dell’incontro, la “lezione” che ha voluto impartire è che è un nostro dovere celebrare anche queste pagine della storia, è un nostro dovere “ricordare per non dimenticare” e che la “memoria continua…”

  • Dobloni 2

News

Prenotazione "Alunno per un giorno"

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Contro la violenza sulle donne

donne.png

Rapporto di Autovalutazione

Orario Scolastico

PON

Alternanza Scuola Lavoro