I.P.S.I.A. "G. Benelli" - Pesaro

Progetta il tuo futuro

Lezione multimediale di Paride Dobloni al Benelli

Una foto aerea che mostra la disposizione di due opposte trincee nemiche in un nevoso inverno durante gli anni della prima guerra mondiale.
E tra le prime linee delle due innevate trincee, la bianca terra di nessuno, una porzione di terra lunga anche solo poche decine di metri, non ancora occupata da nessuno dei contendenti.
Inizia così la lezione multimediale del prof. Paride Dobloni nell'aula Magna dell'IPSIA Benelli, martedì 16 dicembre, organizzata per gli studenti della scuola serale ma anche per quelli dei corsi diurni, per i docenti e per tutto il personale scolastico.

Fin da subito ci siamo immedesimati con i soldati in trincea grazie alla visione di uno spezzone di film "Orizzonti di gloria" del grande regista S. Kubrick, ed i suoni dei bombardamenti hanno fatto poi da sottofondo alle parole del relatore per alcuni minuti, creando una tensione palpabile nell'aria.
E poi le interessanti spiegazioni di come si era svolta la guerra di trincea, una sostanziale guerra di posizione, perché nonostante le innumerevoli perdite di vite umane da entrambe le parti, l'avanzamento spesso era nullo e la terra di nessuno continuava ad esserlo per molto.
E come tale era per eccellenza il luogo della morte, un vero e proprio ammasso di cadaveri e di feriti che non potevano ricevere soccorsi e che morivano dopo più o meno lunghe agonie.
Al suono del fischietto di un ufficiale i soldati della prima linea si lanciavano nella terra di nessuno all'attacco del nemico ma di fatto andavano tutti incontro alla morte certa, assassinati dalle mitragliatrici nemiche. E per chi fuggiva indietro la sorte avrebbe riservato un destino non meno crudele in quanto sarebbe stato giustiziato per tradimento.
Come venivano costruite le trincee? Che differenze c'erano tra le trincee di un territorio e quelle di un altro? Come erano le condizioni di vita dei soldati là dentro? Quali erano le più usate armi d'attacco e da difesa? Come si avvicendavano le truppe nelle trincee? A tutte queste domande il prof. Paride Dobloni ha fornito delle esaustive risposte coinvolgendo il pubblico presente con la sua grande preparazione, eloquenza e simpatia.
E così grazie agli spunti di riflessione suscitati dalla lezione si sono succeduti diversi interventi ed il relatore ha concluso la lezione raccontandoci con l'ausilio di una cartina ricca di numeri, linee e colori le fasi della grande guerra sul fronte italiano.
Un sentito applauso ed il saluto ed i ringraziamenti della nostra dirigente Anna Maria Marinai hanno concluso la piacevole serata diventata connubio tra storia, memoria, racconti personali, immagini, suoni, dati storici, ed anche piccoli sketch che hanno alleggerito gli impegnativi ma importantissimi contenuti.
Ringraziamo moltissimo Paride Dobloni per la sua grande disponibilità e speriamo di riaverlo presto nella nostra scuola.
Federica, professoressa IPSIA Benelli

La terra di nessuno

News

Prenotazione "Alunno per un giorno"

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Contro la violenza sulle donne

donne.png

Rapporto di Autovalutazione

Orario Scolastico

PON

Alternanza Scuola Lavoro